Phototutorial 2.0

Ho finalmente stampato un fotolibro! Vi racconto com’è andata

Sono convinto che valga ancora e sempre la pena di stampare le foto.

Dopo aver scattato le nostre fotografie scarichiamo la SD sul PC, le sviluppiamo (se abbiamo scattato in RAW), le elaboriamo, le ingrandiamo al 100% per vedere se sono perfettamente a fuoco e se nel bordo estremo la nitidezza è sufficiente. Poi le salviamo sul nostro hard disk o in cloud, magari le postiamo su Instagram. Dopo qualche tempo le rivedremo sempre sullo schermo del PC o dello smartphone. Ma è solo dopo averla stampata, dopo averle dato consistenza imprimendola sulla carta, che possiamo apprezzare pienamente un’immagine. Una stampa di qualità dà a una fotografia una profondità e una bellezza impensabili guardandola semplicemente su un display. Senza contare la sensazione di toccare la carta e saggiarne il peso e lo spessore e il sentire l’odore della stampa, tutte sensazioni che si vanno ad aggiungere alla fruizione visiva dell’immagine.

Perché un fotolibro?

Ti ho appena detto perché per me ha senso stampare le foto, ma perché un fotolibro? Non è roba da matrimoni? Beh, non solo. Un fotolibro può contenere il tuo portfolio personale o può essere dedicato ad un tuo progetto fotografico personale o, perché no, diventare un bell’album di famiglia. Avere le foto raccolte insieme, composte secondo il tuo gusto, stampate su carta di qualità e rilegate in un’elegante copertina è decisamente più piacevole che avere tante stampe singole sparse in una scatola. L’idea di stampare un fotolibro mi allettava da un po’, perciò quando Saal Digital mi ha dato l’opportunità di testare un loro fotolibro non mi sono fatto scappare l’occasione.

Allora, com’è questo fotolibro?

Inizio col dire che ho scelto un fotolibro della linea Professional Line nel formato 30x30cm. La copertina devo dire che è molto bella: è in un materiale sintetico effetto pelle con la parte frontale è in metacrilato. Appena aperto l’imballo ho subito notato un piacevole odore indice di buona qualità dei materiali.

La copertina: ho scelto un materiale con effetto pelle di colore grigio bello e piacevole al tatto, la parte frontale è in metacrilato di buon spessore.

Ho deciso di non prendere la confezione, dalle foto sembrava molto bella ma ho preferito sfruttare il budget per avere un formato più grande (30x30cm significa avere le foto stampate su due facciate da 60x30cm, fantastico!).

Passiamo alla parte più importante, l’interno. La carta impiegata per la stampa è di buon spessore e la finitura (io ho scelto quella opaca) è di ottima qualità così come la stampa. Le foto hanno colori e profondità fantastiche. Che dire, la qualità di stampa mi ha davvero colpito anche per la resa fedele dei colori (a proposito dei colori leggi la nota sul software).

Ho trovato la qualità della stampa molto buona. Anche la qualità della carta mi ha soddisfatto molto.

Naturalmente si può scegliere il numero di pagine desiderato (il prezzo varia di conseguenza) e, tramite il software scaricabile dal sito Saal Digital, si può scegliere come impaginare le fotografie.

Nota sul software

Sia per preparare il fotolibro (o qualsiasi altro prodotto offerto) che per procedere all’acquisto è possibile scaricare il software “Saal Design Italy” disponibile per Windows e macOS e come app Android. Si può procedere anche direttamente online dal loro sito ma ti consiglio di scaricare il software.

Di seguito le schermate principali del software e alcuni consigli pratici.

Dopo aver installato e lanciato il software, ti troverai davanti ad una pagina con la scelta dei vari prodotti offerti. Dopo aver scelto il fotolibro che ti interessa (sono disponibili varie fasce di qualità e di prezzo) ti verranno proposte alcune opzioni come il formato del fotolibro e il tipo di copertina. A questo punto potrai scegliere se creare un progetto vuoto, usare uno dei modelli preimpostati o affidarti al layout automatico offerto dal wizard del software. Io ti consiglio di investire un pochino di tempo in più e di scegliere il progetto vuoto che ti dà molte più possibilità di personalizzazione. Una volta scelto il tipo di progetto e aver selezionato la cartella con le tue immagini ti troverai davanti questa schermata:

Schermata principale

Qui un primo consiglio: prepara prima la cartella con le immagini che vuoi inserire nel fotolibro. Se vuoi fare delle correzioni falle col software di fotoritocco che usi abitualmente e salva le foto utilizzando il profilo colore indicato nelle istruzioni che trovi qui: https://www.saal-digital.it/support/article/cose-la-prova-colore-e-quale-profilo-devo-incorporare-nel-mio-file/

Questo passaggio è importante per avere nella stampa la stessa resa cromatica che vedi a monitor.

Quando usi immagini che hai già sistemato e salvato col profilo colore indicato assicurati di togliere la spunta alla voce “miglioramento immagine”. Questo permette di stampare le foto così come le hai aggiustate senza che vengano ulteriormente modificate dal software.

Per il resto il software è abbastanza intuitivo e nella sezione di supporto trovi ampia documentazione.

In conclusione

Vedere le mie foto stampate su un supporto di alta qualità, percepirne sfumature e profondità che nella visione a monitor si faceva fatica ad intuire, è stato emozionante e mi ha confermato ancora una volta che la stampa è il modo migliore per fruire delle nostre immagini più belle.

Personalmente mi sono trovato molto bene con questo servizio di stampa e mi sento di consigliartelo se vuoi stampare anche tu un fotolibro. Ti lascio qui il link: https://www.saal-digital.it.

Solo una precisazione: non percepisco commissioni sui prodotti Saal Digital ne sono commercialmente collegato a loro. Le considerazioni che ho qui esposto costituiscono la mia esperienza come loro cliente e valgono per il prodotto che ho avuto modo di provare grazie ad un buono sconto ricevuto da loro, cioè il fotolibro Professional Line. Se in futuro proverò altri prodotti darò una mia opinione anche su quelli.

Hai apprezzato questo articolo? 

Se vuoi, puoi sostenere questo blog utilizzando il pulsante PayPal qui sotto.

Autore: Canio Colangelo

Appassionato di fotografia sin da bambino, oggi fotografo sopratutto per diletto. Tra le altre cose mi interesso anche di elettronica, di informatica e di tecnologia in generale, oltre che di argomenti umanistici.

Se ti va seguimi sul mio profilo Instagram:

Rimani sempre aggiornato, segui il canale Telegram di Phototutorial 2.0